Risolvere problemi insonnia

Come risolvere problemi insonnia informazioni vantaggi utilizzo melatonina Key Melatonin alleviare disturbi sonno

Insonnia: cos'è e come curarla

Il sonno è un evento temporaneo della vita: regolare, circadiano (cambiamenti giorno-notte) e ciclico. L’insonnia è un disturbo della durata e della qualitá del sonno che conduce a gravi e spesso irreparabili danni alle funzioni fisiche e somatiche.

La melatonina non è un sonnifero e non ha effetti farmacologici sulla qualità del sonno o sulla sua lunghezza ed è utile per alleviare disturbi sonno.
Essa, grazie alla sua azione centrale sulla resincronizzazione della ciclicità ormonale ricostituisce un giovanile e fisiologico regime di riposo.
L’effetto ricostituente del sonno non dipende dalla sua durata, ma dalla sua qualità. Un normale sonno salutare è caratterizzato da un iniziale periodo R.E.M. (rapido movimento degli occhi).
Se il sonno è disturbato come durante un invecchiamento patologico la fase R.E.M. scompare. E’ ben noto che tutti gli ormoni seguono una tipica ciclicità di 24 ore che però può variare disordinatamente a causa di molti fattoti quali lo stress, l’ansietà, le malattie, il jet-leg, ecc.

Il sonno indotto dalla melatonina genera un giovanile percorso di riposo con fase R.E.M. che ripristina perfettamente la forze fisiche e mentali del corpo.

Al fine di curare problemi insonnia è necessario ricreare una periodicità e qualità del sonno che solo la melatonina può assicurare. Il progressivo ripristino della ciclicità ormonale prodotto dalla melatonina attraverso la protezione della ghiandola pineale, agisce positivamente a cascata ricostituendo automaticamente un salutare e profondo sonno, senza tener conto della sua durata.

E’ stato inoltre mostrato che il sonno agisce sull’immunità quando l’ansia e lo stress producono immuno-soppressione. La melatonina combinata con lo zinco può ripristinare sia il sonno che l’immunità più rapidamente di qualsiasi altro farmaco esistente , senza nessun effetto collaterale.

Scopri come risolvere problemi insonnia; per questi casi abbiamo studiato la formulazione Key Melatonin Night:

Domande e risposte


ho 56 anni e sono in menopausa da 10 anni, non soffro di insonnia ma sono piuttosto irritabile e ansiosa,il livello di colesterolo mi e'aumentato e per questo prendo un integratore a base di amido di riso rosso ,inoltre soffro di ipotiroidismo per la quale assumo Eutirox da 50 microgrammi. Vorrei sapere : quale tipo di melatonina mi viene consigliato,se puo'sostituire l'integratore per il colesterolo e se fa interazione con Eutirox. grazie in anticipo per la risposta
Domanda posta da: peonia ( 15/04/2014)

Gentile dottore,torno a scrivere poiché da un mese circa si sono ripresentati i miei problemi d'insonnia.assumo la vostra melatonina night da circa 4 mesi,in doppia somministrazione (una quando inizia a fare buio e una prima di andare a letto).sto diminuendo i farmaci che mi erano stati prescritti per un disturbo d'ansia avuto lo scorso settembre,attualmente prendo 50 mg di lyrica la sera e trittico 75 al bisogno per dormite (con scarsi effetti) in più mi sottopongo ad agopuntura con cadenza settimanale,nell'ultimo mese il sonno è nuovamente disturbato nelle migliori delle ipotesi mi sveglio verso le 430 e mi riaddormento all'alba per un paio di ore,altrimenti veglio tutta la notte con evidente stato di stanchezza e stress ulteriore dovuto al disagio.cosa posso fare?all'inizio quando ho iniziato a prendere la vostra melatonina il sonno è veramente molto migliorato ora,in concomitanza anche alla diminuzione dei farmaci,sembra che questa melatonina non sia più sufficiente a garantirmi un buon riposo.mi ci sarò forse abituata?il cambio d'ora può incidere?ha qualche vostro prodotto da consigliarmi?aspetto un suo consulto.grazie infinite.
Domanda posta da: Marghe81 ( 14/04/2014)

Buongiorno,
un quesito riguardante la melatonina (in genere..) ho assunto melatonina crono 5 mg, ora ritirata dal mercato in quanto superante il dosaggio ora consentito di 1 mg;
l'ho assunta per favorire il sonno in quanto soffro di insonnia da mesi, fatico molto ad addormentarmi,
risultata efficace nel favorire il sonno ma come effetto collaterale mi provocava debolezza muscolare, depressione e astenia.
Mi sono informata da più parti, anche su internet, e mi è stato confermato che nei soggetti predisposti può favorire la depressione.
Me lo confermate?
Io sono ipotiroidea da 20 anni, assumo eutirox 100, e purtroppo dopo tanti tentativi di terapie naturali ho dovuto cedere all' assunzione di un antidepressivo che mi aumenta l' insonnia già presente in precedenza.
Non voglio assumere sonniferi ma sono allo stremo delle forze perché non riesco ad avere un sonno riposante addormentandomi verso le 3 e mezza.
Vi ringrazio anticipatamente. Veronica.

Domanda posta da: Veronica ( 22/03/2014)